Machine Gun Kelly e Conor McGregor: rissa sfiorata ai VMA’s

Machine Gun Kelly e Conor McGregor, tensione alle stelle sul red carpet dei VMAS

Machine Gun Kelly e Conor McGregor arrivano quasi alle mani sul red carpet dei VMAS, tenutasi domenica 12 settembre nel Barclays Center, a New York.

Secondo alcuni tabloid statunitensi, tra il trentunenne e il campione dei pesi piuma si è accesa una scintilla per colpa di uno scatto non concesso.

Conor si è avvicinato a Machine Gun Kelly, chiedendogli un selfie, ma il ragazzo glielo ha negato, aggiungendo anche commenti maleducati nei suoi confronti.

McGregor non ha perso occasione per creare tensione, soprattutto dopo diversi eventi violenti che l’hanno visto protagonista in passato, e si è scagliato contro il giovane, arrivando quasi alle mani. Ha infatti lanciato dei pugni, senza però riuscire a raggiungere il cantante, grazie al repentino intervento di diversi bodyguard e le rispettive fidanzate dei due, Megan Fox e Dee Devlin, che hanno prontamente agito dividendoli ed evitando un’azzuffata.

The Notorious ha però successivamente commentato l’accaduto, fomentando ancora la faida: “Arrivo alle mani solo con i lottatori, questo ragazzo non so nemmeno chi sia, so solo che sta con Megan Fox.”

Il rapper ha ignorato le ulteriori frecciatine dell’atleta, godendosi la serata con la sua meravigliosa Megan. Entrambi hanno commentato la serata sui social, sfoggiando i loro meravigliosi outfit: Machine Gun Kelly indossava uno sbrilluccicante completo rosso, e sul suo instagram ha commentato la sua foto con la fidanzata con “ho trovato una sirena.”

Anche l’attrice ha postato sui suoi social, ringraziando Mugler per il vestito e augurando buona fortuna al suo “daddy” (chiama cosi affettuosamente il compagno, più giovane di quattro anni), candidato ai VMAS (video music awards) con “my ex’s best friend“, in collaborazione con Blackbear, che ha vinto la categoria.

 

Ti ricordo di seguirci sui nostri profili Instagram e Tik Tok per notizie, anteprime, video, Reels e tanto altro. Seguici anche su Facebook! Non dimenticate di supportare i nostri podcast su Spotify

Related post

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *