Euro 2020 – L’attesa è finita

A più di un anno di distanza dalla posticipazione, domani avrà inizio Euro 2020

Tante le novità in occasione del 60esimo anniversario della competizione, infatti a differenza delle altre edizioni, quest’ultima non avrà luogo in una singola nazione, ma saranno ben 11 le città ad ospitarlo. Le città ospitanti saranno: Baku, Copenaghen, Monaco di Baviera, Londra, Roma, Amsterdam, Bucarest, San Pietroburgo, Glasgow, Siviglia, Budapest. Ogni gruppo avrà sede in due città differenti, a differenza dei gruppi B ed E che verranno ospitati entrambi dalla città di San Pietroburgo, oltre che rispettivamente dalle città di Copenaghen (Gruppo B) e Siviglia (Gruppo E).

La partita inaugurale della competizione sarà Turchia-Italia, che si giocherà domani alle ore 21:00 allo Stadio Olimpico di Roma, mentre le semifinali e la finale verranno giocate allo Stadio Wembley di Londra.

Tra le 24 squadre partecipanti, degni di nota sono gli esordi di Finlandia e Macedonia del Nord, al loro primo campionato europeo in assoluto, e della Scozia, di ritorno dopo 5 edizioni d’assenza. Inoltre, questa competizione vedrà la partecipazione di tutte le nazionali che hanno vinto almeno una volta l’europeo, a differenza della Grecia non qualificata.

Tra i nomi illustri costretti a rinunciare agli europei si segnalano nomi illustri come quello di Virgil Van Dijk, Zlatan Ibrahimovic, Sergio Ramos e Marc-André ter Stegen, ma non per questo sarà un europeo meno avvincente.

Il Portogallo di Cristiano Ronaldo, vincitore dell’ultima edizione degli europei, dovrà lottare con le unghie e con i denti per mantenere il titolo, contro corazzate come i campioni del mondo della Francia, l’Inghilterra di Southgate, il Belgio di Martinez, De Bruyne e Lukaku e la Germania di Thomas Muller e di Joachim Löw, prossimo all’addio.  Occhio all’Italia di Roberto Mancini che fa del gruppo la sua forza e che potrebbe rivelarsi una vera spina nel fianco, ma occhio anche alla Spagna di Luis Enrique che con un mix di esperienza e gioventù non si darà facilmente per vinta.

Ci sono tutti i presupposti per aspettarsi un europeo sfavillante e sempre più insaziabile è l’attesa di scoprire il nome dei vincitori di Euro 2020.

Leggi anche: “Euro 2021 ci saranno nuove norme arbitrali”

Seguici anche sui nostri profili Instagram e Tik Tok per notizie, anteprime, video, Reels e tanto altro. Non dimenticare di supportate i nostri podcast su Spotify.

Related post

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *